L’eccellenza del territorio della Franciacorta è la sintesi tra la conformazione del suolo, le correnti temperate del Lago d’Iseo e le escursioni termiche tra il giorno e la notte portate dalle brezze che spirano dalla Val Camonica.
In particolare Castello Bonomi gode di un microclima assolutamente speciale. Infatti, il Monte Orfano difende il versante sud, sulle cui pendici la Tenuta è posta, dall’influsso delle correnti fredde e umide che provengono dalle Prealpi.
Ne deriva un clima più asciutto e caldo, con piovosità generalmente inferiore, fino al 20% in meno rispetto al resto della Franciacorta.
Per quanto riguarda l’esposizione al sole, l’orientamento del versante su cui sorge Castello Bonomi e la sua pendenza, grazie al sapiente lavoro di terrazzamento compiuto dai vigneron, garantiscono un perfetto irraggiamento solare.

I vigneti di Castello Bonomi, situati su terreni collinari coltivati a gradoni, godono quindi di un particolare microclima, del tutto privilegiato, le cui influenze donano peculiarità ed unicità alle uve, permettendone una maturazione tecnologica ed aromatica ottimale.
Non solo: il clima è così particolare da consentire la crescita di rigogliose piante di cappero sulle mura del castello, un evento più unico che raro in Val Padana. Questa testimonianza diretta di Madre Natura vale più di mille misurazioni.

Castello Bonomi è tra le prime aziende in Italia a vendemmiare. Tramite una gestione attenta del verde, in base all’annata e alle specifiche necessità di ciascun cru, gli agronomi decidono quanto far ventilare e irraggiare i grappoli per garantire il raggiungimento di quel perfetto equilibrio tra acidità e zuccheri che viene definito “maturità tecnologica” e che viene attentamente sorvegliato moltiplicando le analisi sui chicchi d’uva nell’imminenza della vendemmia, al fine di decidere il momento esatto della raccolta.
La precocità che caratterizza ogni fase fenologica delle viti qui coltivate si ripercuote positivamente sulle caratteristiche delle uve che arrivano a maturità tecnologica con una ricchezza gustativa ed aromatica assolutamente eccezionale e con livelli acidi sopra la media.
La struttura acidica, ovvero il bilancio tra acido tartarico e malico, è un elemento importantissimo, perché va a costituire la struttura del nostro Franciacorta, come farebbero i tannini per un vino rosso importante, contribuendo al potenziale evolutivo e alla longevità dei prodotti di Castello Bonomi.